giovedì 3 agosto 2017

Oggi andiamo... Avventura in Sardegna


  • Mamma ma come fai ad aver avuto tante avventure?
  • Semplice... ogni viaggio è un’avventura se lo vivi dall’inizio e non da quando arrivi.
  • Ma che significa? MAMMA!!!
  • Ok, facciamo un esempio… siamo stati in Sardegna giusto?
  • Si
  • Con cosa ci siamo andati? La Sardegna è un’isola ricordi? È circondata dal mare…
  • Si, si, in nave!
  • Beh… per me è stata una bella avventura dormire in nave! Per voi no?
  • Siiiiiii !!!! C’era anche il bagno, e i letti a castello!
  • Hai visto? Come pirati… abbiamo dormito nella pancia della nave!
  • MAMMA!!!!
Eh già… ogni viaggio è un’avventura e la nostra piccola vacanza in Sardegna lo è stata per vari motivi. Ero da sola con le Pesti intanto, senza Prof, supportata da ottimi amici, ma pur sempre sola. Primo viaggio in nave per entrambe le Pesti, di notte per di più! Ma i viaggi son così! Avventure appunto. E se ci si fa troppe domande non si parte mai… e io di domande me ne son sempre fatte troppo POCHE :D

Non so cosa ricorderanno loro a distanza di anni ma io dell’avventura in Sardegna ricorderò più di tutto lo Stupore.

Non è la prima volta che vado in Sardegna (è la quarta in realtà…) ma ogni volta, ogni volta, riesce a stupirmi con la sua bellezza sfacciata e selvaggia. È un’isola dalle mille sfaccettature, i paesaggi sono così diversi che si ha la sensazione di trovarsi in tanti posti diversi nell’arco di una stessa giornata.

Ma la cosa che più amo della Sardegna e che spero vivamente non cambi mai, è la sua assoluta mancanza di "abbellimenti", non ci sono stabilimenti balneari faraonici né scivoli/tappetielastici/casine bordo mare, né nulla che possa distogliere lo sguardo da una natura prepotente e predominante. È il tipo di mare che amo, un po’ "scomodo" forse ma per me rivitalizzante. Percorrere stradine di campagna strette e a volte sterrate, che profumano di mirto e rosmarino, sentire i campanacci delle capre e poi vederle lì bordo strada che ti guardano curiose (loro!) e poi SBAM! Come un lampo ti si apre davanti una caletta di sabbia fina o di ciottoli, incastonata tra la campagna e gli scogli e quel mare… Oooohhh quel mare! Azzurro, turchese, trasparente. Questo è stupore. Questa è meraviglia. Questa è la nostra Sardegna avventurosa.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento...